Da questa pagina si può scaricare gratuitamente il pdf della rivista, mentre andando qui la si può ordinare cartacea, ma a pagamento.

…persone che hanno amato le cose belle, e se ne sono prese cura, e le hanno strappate al fuoco, e le hanno cercate quando erano disperse, e hanno provato a preservarle e a salvarle...

Il cardellino
Donna Tartt

Bomarscé è coraggiosamente pubblicata grazie alla forza di volontà della redazione e ai pregiati contributi degli autori dei racconti, che, ci auguriamo, saranno sempre generosi. Ogni numero è dedicato a un tema (vasto, di ampio respiro, niente di troppo prescrittivo) su cui gli autori dei testi hanno esercitato la propria abilità immaginativa e narrativa.

La prima uscita (sì, uscita, come si diceva una volta) ospita racconti che parlano della Città, in qualunque modo gli autori abbiano inteso questo argomento.
I numeri successivi saranno pubblicati tra luglio e dicembre. I temi saranno comunicati di volta in volta con l’apertura delle call per i testi (nella sezione Collabora) ma possiamo già anticiparvi (brividi di tensione…) che Bomarscé di dicembre avrà a che fare col Natale: assurdo, vero?

Infine, clicca i prossimi link se intendi collaborare (a noi farebbe piacere), mandandoci un racconto, oppure avere altre informazioni che il curatore di questa pagina si è dimenticato di fornire.